La carne argentina di Volver (Torino)

Dai, ditemi che anche a voi viene ciclicamente una gran voglia di carnazza, dove per questa si intende carne rossa, alta tot pollici e cotta secondo il vostro preciso gusto. Non lasciatemi sola in questo (bellissimo) tunnel! Essendo ciò che preferisco sopra a ogni altra cosa ho aspettative sempre … [Read more...]

L’okonomiyaki di Maido (Milano)

Ammettiamolo: non siamo un po' stanchi di tutto questo sushi? Come se rappresentasse l'interezza della cucina giapponese! Come se non si mangiasse altro! Non molti invece sanno che si tratta più di un piatto festivo, che richiede uno specifico rituale. Le specialità giapponesi sono invece così … [Read more...]

Il maigret de canard de Le Comté d’Aix (Aix-en-Provence)

Torniamo in Francia, invadiamo la Provenza, fermiamoci a Aix-en-Provence. Oh, quanto sarebbe bello avere il teletrasporto e arrivarci in pochi secondi! Una città così adorabile merita più visite e guarisce da numerosi mali, tra cui ansia/nervosismo/logorio/rassegnazione: basta bere un caffè in … [Read more...]

Il filetto di Angus irlandese della Taverna del Farneto (Bologna)

Io so poche cose con certezza ma vi assicuro che al 98% riguardano il sorprendente mondo del food e tutti i suoi collegamenti. So cosa farò domani? No, ma probabilmente so cosa mangerò. Conosco il mio destino? Macché, a parte l'incrociare tavole imbandite. Se una veggente cercasse di vedere … [Read more...]

La tartare di salmone di Lisa Elmqvist (Stoccolma)

Non riesco a pensare a inizio migliore per raccontarvi le mie avventure gastronomiche estive del lodare la tartare di salmone di Lisa Elmqvist a Stoccolma. Davvero, non c'è. Si è trattata di una conquista - ho scoperto che mangiare ottimo pesce in Svezia non è così semplice -, di una conferma - … [Read more...]