L’ossobuco della Trattoria Sabbioneda (Milano)

foto (1)

Qualche tempo fa cercavo con tenacia e disperazione un ristorante meneghino in zona Porta Venezia che riuscisse a offrire a buon prezzo dei piatti tradizionali. Insomma, poche pretese.
Ho lanciato un SOS nell’etere (o forse era Gtalk?) e in men che non si dica Antonella ha risposto al mio appello e dato diverse opzioni: una, in particolare, mi ha convinta.

Fu così che io e il lord di tutti i labrador andammo presso la trattoria Sabbioneda, che rispondeva alla perfezione alla descrizione fornitami: semplice, milanese, buono, prezzi ragionevolissimi.

Voi avete idea di quanto sia arduo, per una forestiera, trovare il tanto chiacchierato e celebrato ossobuco? É un po’ come Bologna e i tortellini: pensi che ti saltino addosso non appena esci dall’autostrada, ma non é proprio così: sono quelle specialità che non tutti si arrischiano a proporre, sia per tempo di esecuzione sia per rapporto qualità/prezzo.

Comunque sia, il piacere dell’affondare i rebbi della forchetta nel midollo ed estrarlo con cura certosina meriterebbe uno studio scientifico: l’ossobuco di Sabbioneda é in umido, esaltato da quella salsa di pomodoro che aggiunge sapore senza aggredire, e rende la carne tenera come burro. Purtroppo per noi – che ne mangeremmo a oltranza – non risulta per niente pesante: è la polenta di contorno a fungere da vera e propria sostanza. Non dimentichiamoci dei piselli cotti nella sopracitata salsa, praticamente immancabili.
Sia chiaro: è l’osso a rimanere l’indiscusso protagonista. Bando al galateo, anche su una regal tavola: una volta finito il midollo occorre proprio afferrarlo con le mani!

E qui sorge una gran domanda che fa molto Jurassik Park: viste le dimensioni ridotte di queste ossa di bovino, quanta soddisfazione avrebbe dato l’ossobuco di brontosauro?

Dove
Trattoria Sabbioneda
Via Alessandro Tadino 32
Milano
Tel. 02 2952 1014

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *