20 October 2017
W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Il gelato di Stefino (Bologna)

Posted on 4 settembre 2017 by in Bologna, Dolci, Emilia Romagna

StefinoGuarda questa che continua a scrivere recensioni sul blog invece di affidarsi al potere di Instagram e, magari, comprare un pacchetto di followers!“.

Me lo dico da sola, so di andare un po’ controcorrente, ma che posso farci se ogni mio consiglio ha dietro un ricordo, una storia, un bel perché? Come qualche giorno fa, quando sono tornata in una gelateria e… ok, andiamo con calma.

Siamo a Bologna, dove la mancanza di novità culinarie entusiasmanti si scontra con la presenza di numerose e eccellenti gelaterie. Più precisamente, ci troviamo in via San Vitale, area non ancora frequentata dai turisti e al limite con la sempre più famigerata “zona universitaria”. Qui, sotto portici bassi, rossi e silenziosi, si trova quell’istituzione che è Stefino.

I bolognesi non hanno bisogno di presentazioni, e sanno che fino a qualche anno fa si trovava in un’altra strada. Tutti gli altri mi ascoltino bene.

Tempio del gelato artigianale, ha precorso i tempi puntando da sempre su ingredienti km0 e bio, mettendo a punto una consistenza perfetta e avendo un occhio di riguardo per la tradizione. Però a un vero felsineo tutto ciò non interessa granché: deve essere più che buono, più che invitante, goloso e suadente.

Così ora possiamo entrare, chiedere cos’è il gusto “Crema bolognese” e sentirci dire “È una crema un po’… carica, ecco. Con tante uova“, innamorarcene e ricordarsi dei dolci delle nonne emiliane al primo assaggio.

Oppure rimanere increduli dall’intensità del “Latte e miele“, dove il primo proviene dagli Appennini vicini.

Per i palati classici il gianduia, ricco di nocciole intere, sarà un conforto; chi cerca un’avventura troverà i gusti curcuma e wasabi; il matcha e il crema con fichi caramellati aggiungeranno indecisione nella scelta finale. StefinoL’aggiunta di panna è gratuita (il che non è affatto scontato) e, come se tutto ciò non bastasse, Stefino è un punto di riferimento pure per chi desidera un gelato gluten free (hanno anche i coni preparati da loro e posso confermarne la validità) e, addirittura, vegan.

Infine, un avvertimento: a Bologna non si ordina mai una “coppetta”, ma una “cestina“. Siate pronti, preparati, e buona passeggiata per San Vitale.

p.s. ha aperto anche a Roma 

Dove
Stefino
Via San Vitale 37/A
Bologna
Tel. 051 5874331

Il gelato al pistacchio di Mara dei Boschi (Torino)

Posted on 27 maggio 2016 by in Dolci, Piemonte, Torino

Il gelato al pistacchio di Mara dei Boschi (Torino)

 

 

Poi mi spiegherete perché io, che son di Bologna e da diversi anni vivo a Milano, senta una misteriosa e continua e irresistibile forza che mi attrae verso Torino, città incrociata per caso in cui mi sento a casa. No, davvero, rivelatemelo: ne parlo ciclicamente ma non ne sono ancora venuta a capo.

Parte del mio cuore è disperso tra il lungo Po e i suoi Murazzi, le piazze, i portici e le stradine del centro, il parco del Valentino, la stazione di Porta Susa, quella di Porta Nuova e i colli, per non parlare dei ristoranti, caffè, gastronomie, mercati e bistrot che, ovviamente, occupano un posto ancor più speciale nei miei affetti.
Quindi potete immaginare la gioia provata nel riuscire ad assaggiare, dopo diversi sospirati ma fallimentari tentativi, il decantato gelato di Mara dei Boschi.

Come avevo raccontato, il laboratorio non solo sorge di fianco a Orso, dove si sorseggiano ottimi caffè, ma è collegato tramite una porta interna. Quindi potete apprezzare non una ma ben due delizie compiendo circa 5 passi – il che è un record.
Il gelato al pistacchio di Mara dei Boschi (Torino)

Sono entrata in gelateria provando emozione e reverenza, scrutando i gusti scritti sul muro nero con i gessetti e prendendo un’ardua decisione.
Ho scelto la mandorla con marmellata d’albicocche e il gianduia, ma sul terzo gusto ho chiesto un diretto consiglio. “Pistacchio?“. Ok.

E ora mi domando: perché non mi avevate mai parlato del gelato al pistacchio di Mara dei Boschi?
Volevate tenerlo segreto, tutto per voi?
È buono, ma tanto, con quella consistenza perfetta, la dolcezza appena accennata, il sapore di pistacchio più che intenso e i suoi frammenti croccanti sparsi qua e là. Un piacere in coppetta, cono o vaschetta che lascia enorme soddisfazione e rende felici, uno sfizio da concedersi più volte in ogni stagione dell’anno, un vizio prezioso.

Quindi ancor più beati voi, che gravitate in quel di Torino e che avete questo privilegio.
Diventerà facilmente una delle vostre gelaterie preferite.

Mara dei Boschi
Via Claudio Luigi Berthollet 30
Torino
Tel. 011 076 9557

Il gelato pere e gorgonzola di Fata Morgana (Roma)

Posted on 23 giugno 2015 by in Dolci, Roma

FullSizeRender (1)

Io e l’estate abbiamo un rapporto complicato: il caldo mi devasta ma non sopprime il mio appetito, che rimane forte e furente anche nei giorni più torridi.

Posso anche approvare il concetto di mangiare un gelato come pasto ma deve per forza essere eccellente, originale e soddisfare il mio bisogno di qualcosa di salato.
… salato? Sì: mi sto divertendo moltissimo nello scoprire e assaggiare gusti inconsueti, quelli che creano perplessità ai noiosi tradizionalisti.

Si dà il caso che, dopo il stupendo gelato al lattughino con olive nere, composta di pomodorini e gocce di aceto balsamico del Gelato Giusto a Milano, abbia trovato la felicità fatta gelo in una gelateria di Roma, Fata Morgana.

FullSizeRender (2)

Qua ho passato una decina di minuti scorrendo i gusti , perdendomi nell’indecisione e nel dubbio. Poi ho prediletto il seadas (proprio il dolce sardo), il basilico-noci-miele e – rullo di tamburigorgonzola-pere.

Ora voglio immergermi nel ricordo di quei due sapori, uno più cremoso e uno più sorbetto, perfettamente combinati e in contrasto, pronti a sorprendere e diventare una piccola ossessione, quel vizio indefinito che potrà sorgere in molti momenti e far sospirare.
Golosità e concessione si fondono, e vorrei abbracciare la creatrice Maria Agnese Spagnuolo per averlo reso possibile.

Gente che a Roma vive o transita, siete in ascolto?

Dove
Fata Morgana
Via Lago di Lesina 9
Roma
Tel. 0686391589
Trovate la lista completa dei punti vendita qui

Il pistacchio salato della Gelateria della Musica (Milano)

Posted on 4 giugno 2014 by in Dolci, Lombardia, Milano

foto

Ci sono quei consigli che risuonano più come un ordine che io, proprio io, devo eseguire.

Così come i soldati non avrebbero mai tentennato al comando di Napoleone, per lunghi mesi ho impegnato ogni astuzia per colmare una grave lacuna che faceva vacillare il mio titolo di mangiatrice da guerra.

Così, mentre nella mia testa risuonavano le voci di tutti coloro che me ne avevano parlato, mi sono incamminata fino alla Gelateria della Musica e ho capito molte cose.

In primis, ho compreso il perché di certi sbuffi: non è centrale, è troppo piccola, la fila è lunga, sono molto sbrigativi.

Detto questo, non si può negare che il loro pistacchio salato sia l’apoteosi, che il cioccolato al sale rosa dell’Himalaya commovente e che la lista di gusti mette a dura prova i più determinati provocando tentennamenti. Poco male, mi sembra un ottimo motivo per tornarci più volte.

Il pistacchio salato e tostato, si diceva, richiama più fedeli di un miracolo e provoca più visioni del deserto del Sahara in piena estate: se siete amanti di questo gusto siete moralmente costretti a provarlo, chi me ne ha parlato in modo splendido aveva ragione. É come mangiare centinaia di veri pistacchi resi crema, mentre il tocco della panna contrasta la loro nota salata potente e deliziosa.

Massima qualità delle materie prime, grande passione per il gelato, voglia di soddisfare il cliente e un’aria un po’ retrò, da gelateria di quartiere, rendono questo posto magico e fuori dal tempo.

Armatevi di un pizzico di santa pazienza e andateci: non potete vivere senza.

Dove
La Gelateria della Musica
via G.E. Pestalozzi, 4
Milano

Il gelato di Cioccolati Italiani (Milano / Varese / Gallipoli)

Posted on 6 luglio 2012 by in Dolci, Gallipoli, Lombardia, Milano, Varese

Parliamo di gelato, cibo estivo per eccellenza.

Mentre nel mio freezer regna l’Haagen Dazs (anche se alcune voci dicono che dovrei provare il Ben&Jerry’s, cosa che mi premurerò di fare al più presto) nelle diverse città italiane ho delle gelaterie del cuore, quelle a cui sono legati precisi ricordi o mi hanno colpita per qualche caratteristica (come Titto, che forse non può essere nemmeno considerata una gelateria classica). Per esempio a Ravenna c’è quella in cui mangiavo il meraviglioso gusto “pinolata” prima di iniziare le prove dell’opera, e me lo ricordo ancora benissimo nonostante siano passati circa 14 anni. Dovrei avviare delle ricerche per rintracciare il nome del posto, e probabilmente lo farò.

Non conosco grandi gelaterie all’estero, ma ciò mi pare normale, visto che il gelato italiano è di difficile imitazione, e non è che mi senta di consigliare un “Amorino“.

Comunque, a Milano, Varese e Gallipoli c’è una gelateria che può salvare tutti dal caldo mostruoso e dare un sollievo assai godurioso. La consiglierei ai forestieri in visita nelle città e a coloro che ancora non l’hanno provata, per beneficiare di un’esperienza all’insegna di cascate di cioccolato fuso.
Sto parlando di… (rullo di tamburi) … Cioccolati Italiani, un nome che è tutto un programma! (altro…)

Titto, quando il gelato è pucci

Posted on 19 aprile 2012 by in Bologna, Dolci, Milano

Il mondo ha più bisogno di puccyness, di tenerezza da strappare il cuore, di cose carine e coccolose.
E se non è il mondo, io sicuramente sì. Io, nostra signora di tutto ciò che è borchiato, lo affermo.

Saranno le giornate particolarmente uggiose e stressanti? Saranno gli imprevisti, il DiavoloVestePradismo imperante, lo shock causato dall’avere Lenny Kravitz a 20 cm di distanza all’evento KartellRock del Fuorisalone? Tutto può essere!

E nemmeno il carlino ritratto in questa foto può bastare, no: ci vuole più puccyness!

Questo weekend i miei amici bolognesi mi hanno introdotta al paradiso del piccipù che, per purissima coincidenza, è un posto in cui se magna. Cosa? Gelato.

Benvenuti da Titto, il luogo in cui tutti i nostri sogni più zuccherosi si realizzano, tra piccoli donuts rosa, marshmallow a forma di fiore, confettini, cioccolatini!
Non vi sentite già meglio dopo questa descrizione? (altro…)