The Royal Expo: il padiglione Corea

C'è una domanda che ha tempestato l'Italia negli scorsi mesi, e che recita più o meno così: "... ma Expo, di preciso, che è?". Ammetto che anch'io l'ho fatta, confusa e curiosa, poi ho trovato la soluzione: per capire cos'è Expo bisogna andarci. Punto. Si può solo dare una vaga impressione della … [Read more...]

Il ceviche del Pacifico (Milano)

Ben prima dell'apertura dell'Expo, Milano è stata invasa da culture e cucine lontane, di quelle che fanno sognare paesi esotici, vacanze, viaggi e sapori diversi. Entrare da Pacifico significa fare tutte queste quattro esperienze, immergendosi in una realtà parallela fatta di eleganti carte da … [Read more...]

I toast di gamberi del Dou (Milano)

In un mondo cresciuto a base di ordini da quindici portate e "sazietà, questa sconosciuta" (il mio, ça va sans dire), il ristorante cinese è sempre stato un'oasi di piacere e dissolutezza. C'è stato un tempo in cui ogni giovedì ci andavo dopo scuola lanciandomi tra ravioli al vapore e spaghetti di … [Read more...]

La Tom Kha Kai del Bussarakham (Milano)

Nella mia girovaga vita non sono mai stata in Thailandia, e un po' me ne dolgo: ne sogno i templi, le foreste, le spiagge, i celebri chioschi di street food e le specialità gastronomiche. Avventura, relax e una punta di spiritualità condite da abbondante latte di cocco e curry. Mi sono accorta di … [Read more...]

Il Chicken & Gyros di The Halal Guys (New York City)

In una fresca estate newyorchese mi sono svegliata, sono andata a correre a Central Park, son tornata in hotel e, dopo una lunga doccia ristoratrice, mi sono infilata in un abito verde smeraldo comprato qualche giorno prima, ho inforcato gli occhiali da sole e mi sono confusa tra la folla. Mi … [Read more...]

La trattoria cinese Hua Cheng (Milano)

Se l'happy hour, la location, il meeting o l'evento iniziano a farvi venire l'orticaria significa che dovete prendere una pausa da quella Milano e rivolgervi verso altri lidi. Altro che aerei o treni, basta andare in Sarpi. Passeggiare per China Town significa immergersi in una realtà parallela, … [Read more...]

Hiltl, il regno dei vegetariani (Zurigo)

Nel mio ideale parto e non torno mai al punto di partenza: saltello qua e là per città, stazioni e aeroporti incrociando traiettorie e studiando nuove avventure. Lungi dal potersi concretizzare, quando compio un viaggio acuisco i sensi: guardo, sento, gusto di più per non perdere dettagli e … [Read more...]

L’aringa con puré e lingonberry di Bjork (Milano)

E’ stata la nostalgia per i mari del Nord a condurmi da Bjork, ristorante scandinavo a Milano: oltre a essere il teatro di una cena con amiche dominata dal chiacchiericcio ero curiosa di sperimentarne la cucina e rigustare specialità sentite mesi fa in quel di Stoccolma e Copenhagen. Sebbene si … [Read more...]

Suvlaki e tzatziki da To Steki (Bologna)

Due vite e mezza fa cantavo opera lirica al teatro Comunale di Bologna e pensavo che l'avrei fatto per sempre, che sarei cresciuta nella polverosa sartoria, tra le fotografie in bianco e nero appese al bar interno, tra le infinite scalinate dai gradini consunti e i ballatoi pieni di funi in cui … [Read more...]

Asian Fusion, cucina malese a Torino

Come sappiamo bene, TripAdvisor è affidabile una volta su dieci: tra commenti inventati, lotte tra ristoranti e critici improvvisati è facile cadere nella trappolona, che si ripercuote infingarda sul vostro palato. Però, quell'unica volta che ci azzecca vi sentirete aleggiare in un paradiso in cui … [Read more...]