22 June 2017
W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Ode al gamberetto: il Rak del Mud Art Café (Milano)

Posted on 26 ottobre 2011 by in Etnicità diffusa, La sagra del carboidrato, Lombardia, Milano

Perché il pesce fa bene, devi mangiarlo!”.
Direi che con l’avvento del sushi e con l’invasione barbarica dei ristoranti giapponesi (soprattutto simil tali) il problema è risolto: si sterminano i mari a suon di maki (ciao Elecipo, ciao Pietro, ciao Francesca, vi sto chiamando in causa).
Nei kaiten sushi (quelli con il rullo) vedo spessissimo genitori accompagnati da frotte di bambini che afferrano piattini con pesce crudo come se non ci fosse un domani: madri, padri, non vorrei dire ma la fettina di tonno crudo propinata a un bambino di otto anni nemmeno forse non fa benissimo, e così il domani non ci sarà di sicuro!

Non è di questo che volevo parlare, però.

Il pesce, dicevo.
Io non lo so cucinare (ma va?!). Ho appena imparato a preparare il pesce spada in padella.
Eppure lo adoro, e mi piacerebbe mangiarlo più spesso.

Esiste un posto a Milano in cui potete ordinare salmone e gamberetti in modi gustosi, leggeri (fermi tutti: sto per parlare di un cibo essenzialmente sano. Mettete in salvo le borse di Hermés!), veloci, ed è un ristorante svedese in zona Bocconi.

Il suo nome è Mud Art Café.

E’ piccino, adorabile quanto la signora che lo gestisce insieme al figlio, e serve cibi di ispirazione nordica.

Tra i vari piatti (di cui avrò modo di parlare) la mia preferenza va al Rak.
Ripetete con me: “RRRAK”!
Ve lo descrivo: è un panino con i gamberetti, uova sode, insalata, pomodoro, semi di zucca, una fettina di limone e un cucchiaino di maionese. Se pensate che i piccoli crostacei provengano da quei barili rosacei che si trovano al supermercato sbagliate: vengono sgusciati sul momento.
Il risultato è un panino buono, saporito, perfetto per una pausa pranzo.

Lo preparano anche da asporto: io e Cristina ce lo siamo portate dietro al concerto dei Subsonica ad Assago, e ammetto che la scena è stata splendida. Due ragazze che, sugli spalti del palazzetto, tra birra, pop corn, cibi precotti orripilanti e hotdog, si mangiavano il bel boccone, assai genuino.

Risentirete parlare del Mud, ve lo assicuro.

Dove

Mud Art Café
Viale Bligny 42
Milano

Tags: , , , ,

4 Responses to “Ode al gamberetto: il Rak del Mud Art Café (Milano)”

  1. Enrico 26 ottobre 2011 at 13:03 #

    simpatico il tuo blog 😉

    • Sybelle 26 ottobre 2011 at 13:04 #

      Un regale ringraziamento!

  2. Daniela Camba 26 ottobre 2011 at 13:15 #

    che buonoooo!!!


Trackbacks/Pingbacks

  1. La carrot cake del Mud (Milano) | The Royal Taster - 22 novembre 2012

    […] ricordate, questo ristorante svedese a Milano? È stato uno dei miei primi consigli (per il panino Rak,  nello specifico), e ora che non ho più molte occasioni di andarci mi manca: la sua torte di carote sarebbe capace […]

Leave a Reply

Please fill the required box or you can’t comment at all. Please use kind words. Your e-mail address will not be published.

Gravatar is supported.

You can use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>