28 June 2017
W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Il Carciofo del Piccolo Lago (Verbania)

Posted on 5 aprile 2016 by in Dolci, Piemonte, Son esperienze

Piccolo LagoBasta un raggio di sole, uno spiraglio di primavera ed è subito scampagnata: il weekend si anima così di viaggi e programmi che, se parlate la mia stessa lingua (quella della gola), al 98% vi condurranno verso mete gastronomiche.
Tra i posti più placidi e trasognanti in cui potete andare c’è il Piccolo Lago di Marco Sacco, un due stelle Michelin affacciato e praticamente integrato sulle sponde di un quieto lago, crocevia tra Milano, Torino e diverse altre città, che rimetterà in sesto i vostri nervi tramite la più saggia ospitalità.Piccolo lagoChiuso nei mesi invernali, quando il gelo cede il passo al tepore ritorna e propone i nuovi piatti inventati nel frattempo. Io ho avuto il piacere di provarli in anteprima, ed eccomi a raccontarne.Piccolo LagoL’esperienza è incominciata non appena siamo giunti al ristorante, quando ci è stato permesso di intrufolarci in cucina dove la precisa squadra, che stava approntando gli amuse-bouche, non si è lasciata scomporre dalla nostra curiosa invasione. Non capita spesso di gironzolare tra padelle e pentole di rame, ripiani perfettamente puliti e lucenti stoviglie.
La sala, enorme e dal soffitto altissimo, ha accolto noi avventori presso i suoi grandi tavoli rotondi e da lì è partito l’assaggio.Piccolo lagoTra le nuove proposte il mio palato ha deciso di selezionare il “Lumaca Lumaca” – una doppia porzione di lumache, di terra e di mare – e, ovviamente, la “Porca Costina” – una costina di maiale cotta a lungo a bassa temperatura, festosa e ricca – ma vorrei sorprendervi così come lo sono stata io, quindi vi consiglio il “Carciofo“. Che è un dolce. Eh già.Piccolo LagoSi tratta di un carciofo ben mondato che viene cotto in acqua e zucchero e accompagnato da gelato di mandorla e nocciole a pezzi e grattugiate: l’abbinamento è ardito ma la preparazione prevale e riesce a tirare fuori aromi morbidi dall’amato vegetale, solitamente visto fritto o ben salato. Riscopre la sua natura di fiore, e come tale viene trattato: con delicatezza.Piccolo LagoIl Piccolo Lago sfugge al caos e alla mondanità per diventare un piccolo-grande segreto. E se avete colto il suggerimento, permettetemi di esplicitare altri due importanti punti: andateci di giorno e non perdete il loro burro mantecato e servito su una pietra – è il tocco di felicità totale.Piccolo Lago

Dove
Ristorante Piccolo Lago
Via Filippo Turati, 87
Verbania
Tel. 0323 586792

La cipolla fondente delle Colline Ciociare (Frosinone)

Posted on 29 febbraio 2016 by in Antipasti, Stellati

Colline Ciociare (Frosinone)Posso io inerpicarmi su vie improbabili e valli nebbiose solo per mangiare una cipolla? Ovviamente sì, ma non deve trattarsi di un normale ortaggio: deve essere quella fondente di Salvatore Tassa, il cuciniere delle Colline Ciociare.

Armatevi di auto, navigatore, qualche cellulare con mappe e diversi operatori telefonici e preparatevi a perdervi: è praticamente incluso nell’esperienza gastronomica. Quindi siate lungimiranti e partite con un buon anticipo, altrimenti fermatevi a Fiuggi e chiedete informazioni che la Prenestina non perdona.Colline Ciociare (Frosinone)L’arrivo sarà lieto e nell’attesa della vostra cipolla fondente potrete sgranocchiare delle cialde con nocciole, pistacchi e un’abbondante spolverata di finissime erbe di bosco.

D’accordo, ma che avrà mai questo piatto per cui occorre tanto peregrinare?
Diciamo che è una perfetta esaltazione delle anime belle: magari l’involucro non sarà eccezionalmente invitante e potrà ingannare, ma ciò che racchiude è degno di ogni plauso. La cipolla è presentata nella sua essenza, ovvero una crema intensa arricchita solo di un filo d’olio e una spolverata di pepe.Colline Ciociare (Frosinone)È sufficiente intingere la punta del cucchiaino per apprezzarne la forza, la dolcezza e la persistenza. Ha un bel carattere, risulta persino simpatica! E una volta terminata ne sentirete la nostalgia.Colline Ciociare (Frosinone)Prendetelo come spunto per organizzare una gita fuori porta.
E, nel caso, non mancate di assaggiare anche i ravioli ripieni di aglio in brodo di mela.

Dove
Colline Ciociare
Via Prenestina 27
Frosinone