La regal spesa: il Mercato del Duomo (Milano)

FullSizeRender (6)Va bene, è giunto il momento di rivelarvi una novità che fino a qualche tempo fa avrebbe messo in dubbio la mia sanità mentale (tipo “Sei sicura di sentirti bene?”).

Pronti?
Sto imparando a cucinare.

Ah! Immagino lo stupore e vi vedo inarcare un sopracciglio.
Come sarà mai possibile? Che sta succedendo? Sarà forse un bug, uno scherzone o un malessere?
Ebbene, niente di tutto ciò: ho solo acquisito una nuova, importante (e per alcuni sicuramente scontata) consapevolezza che mi ha fatto cambiare prospettiva sul mondo della ristorazione. Niente di straordinario, ma ci ho messo un po’ di tempo per arrivarci.

Ovvero?
Raramente ciò che ci servono è degno d’essere mangiato, dal punto di vista qualitativo e nutrizionale.
Non mi riferisco al junk food ma a tutta quella ristorazione di fascia media che si fa sempre più largo nelle scelte quotidiane, quei posti “tutta apparenza niente sostanza” che hanno contaminato le città.
In breve: mi sono stancata, stufata, proprio annoiata di mangiare mediocremente in siffatti locali. Meglio investire nel mio apprendimento e nell’eccellenza delle materie.
E così è.

Sono alle prime armi ma grazie a decenni di degustazione ho involontariamente imparato come combinare i sapori, dosare gli ingredienti e tavolta rischiare. I coltelli no, non li so ancora utilizzare ma ci sto lavorando.

So cosa sto mangiando.
Oh, per me è una rivoluzione copernicana!

Quindi gioisco nel preparare i piatti con le mie regali manine affrontando cotture inedite, assecondando i miei gusti e andando a ricercare ingredienti indubbia qualità. Qui vengono in mio soccorso dei mercati, negozi e siti che mi permettono di far acquisti virtuosi in partenza, in cui perdermi tra fantasia e acquolina.
Voglio conoscere, sapere, capire, ascoltare e ricordare storie, sapori.

Visto che in questi mesi ho : “Dove faccio la regal spesa?”

Mercato del Duomo

Un posto che ho scoperto qualche tempo fa è Il Mercato del Duomo, aperto nel pieno centro di Milano: ai piani alti trovate bar e ristoranti mentre al primo si apre la vera area di vendita di gran prodotti alimentari suddivisi per categorie, nonché prestigiosi macellai (Gavazza), caseifici (Sogni di Latte), panifici (Grazioli), gastronomie (Falcone) e fruttivendoli (Abbascià). La selezione è stata fatta con grande cura da esperti del settore, i prezzi sono proporzionati al luogo e alla qualità e, anche se non ci si può far la spesa quotidiana, ci si può accaparrare qualche prodotto particolare.

FullSizeRender

FullSizeRender (4)

Tipo?
Io ci compro il RisoDuomo, un carnaroli coltivato del comune di Milano che, ovviamente, per i risotti è spettacolare (come quello con gli scampi appena pescati che ho cucinato quest’estate).
I fusilli di farina di lenticchie rosse Fior di Loto, senza glutine, saporiti e vivaci nel piatto.
La marmellata di cipolle rosse con cui accompagnare i formaggi saporiti per aperitivi improvvisati.
Il tonno Alalunga, da far saltare appena in padella e adagiare su un letto di quinoa.
La cioccolata spalmabile Guido Castagna, in cui intingere in cucchiaino nelle giornate più difficili.
E i capperi croccanti, con cui rendere entusiasmanti le pacate carni bianche?

Mercato del Duomo

FullSizeRender (3)

La lista è lunga.
Di tanto in tanto ci entro, ne esco con un sacchettino e delle idee, mi lancio a casa e distruggo la cucina a lungo per ottenere un piatto commestibile e, talvolta, sorprendente.

Sto combinando qualcosa di buono, e sto diventando una massaia d’assalto: chissà cos’altro non so, e quanti posticini posso scoprire per acquistare ingredienti particolari
Voi avete suggerimenti?

Dove
Il Mercato del Duomo
Piazza del Duomo
Milano

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *