7 December 2016
W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Alla caccia di lobster nel Maine

Posted on 13 ottobre 2014 by in America, Piatti unici

foto (7)

Passare dal Vermont al Maine è rimanere abbacinati dal sole riflesso sulle acque di laghi e mari, abbandonare i boscaioli per i marinai, respirare salsedine al posto di resina. Si sfiorano fari e insenature, invidiando le perfette casette munite di svolazzante bandiera patriottica e praticelli che persino gli inglesi invidierebbero.

Stato di vacanze e spensieratezza, pare nascondere un’anima cupa più volte raccontata dal suo più celebre scrittore – Stephen King – che vive a Bangor in una villa dalle torrette appuntite e i cancelli di gotico ferro battuto.
Ammalia come un sortilegio, e così pare di dover stare in allerta.

Il fatto che sia l’astice il suo animale simbolo non fa quindi sorridere? Non è un contrasto tenero?
Lobster ovunque: impresse sulle targhe, sui cartelloni, sulle insegne luminose, fatte pupazzo o calamita, catturate da centinaia di nasse lasciate asciugare sui moli al sole, da non confondere con le cugine “aragoste”. Le chele parlano!

Mangiarle non è difficile, ma trovare il posto perfetto può portarvi su strade residenziali con sbocco a Pemaquid: qui si trovano rustici chioschi con tavoli e panche di legno, ombrelloni, menù scritti su lavagne d’ardesia e un penetrante odore di pesce.
Più precisamente, si trova il Pemaquid Fishermans Co Op. Non è il ristorante a 5 stelle, ma il placido panorama non ha eguali e la freschezza del pescato non è in dubbio.

Io ordino il menù completo: un astice intero cotto al vapore è accompagnato da burro fuso, insalata di cavolo cappuccio e maionese, conchiglioni, pane, altro burro e patatine confezionate.
Troverete anche il lobster roll, indiscussa specialità locale – un squisito panino con astice mescolato a verdure e salse – ma io mi sono concentrata sul carapace.

Ah! Un avviso: noi siamo ben abituati a esser dotati di pinze per rompere le chele e ricevere il rosso crostaceo con la coda già rotta. Ecco, nel Maine non funziona così: afferratelo con le vostre nude mani e preparatevi a fare una strage della vostra maglietta e di quella di tutti i vostri vicini. Non preoccupatevi: avrete salviette in abbondanza per rimediare al delirio che avrete allegramente creato.
Dopo aver estratto la polpa soda dovete intingerla nel burro fuso – una, due, tre volte – fino a renderla intrisa e ancor più divina, azzannandola e sospirando per la gioia. Bisogna procedere con calma, alternandola col cavolo croccante, godendosi ogni momento mentre le nuvole si riflettono sull’oceano e in lontananza passa una barchetta a vela.

Quanto ho pagato per tutto questo? Poco più di 20 $. Il paragone con i prezzi italiani? Micidiale.

Dopo tutto questo vorrete chiudere un occhio verso gli aspetti misteriosi del Maine e diventare pescatori di lobster per avere sempre a disposizione. Non sarebbe bellissimo? Sarebbe un gran bel downshifting.

Dove
Pemaquid Fishermans Co Op
32 Co-Op Road
Pemaquid (Maine)

Tags: , ,

Leave a Reply

Please fill the required box or you can’t comment at all. Please use kind words. Your e-mail address will not be published.

Gravatar is supported.

You can use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>