Il Vodka Zen del Rita (Milano)

A questa regal assaggiatrice piace bere bene, e non per moda, noia o consuetudine. Non riesce a eccedere, e se un cocktail non ha equilibrio lo abbandona. Ci ha i gusti difficili, costei, che mal sopporta il gusto di certi superalcolici e detesta gli intrugli ammazza fegato.

I drink hanno una loro straordinaria dignità, che spesso non viene rispettata. Chiunque si può proclamare barman e stare dietro al bancone, la linea di demarcazione tra magia e mortali.

Se il barista non è anche un alchimista, un saggio conoscitore delle proporzioni, state certi che non sarete soddisfatti di ciò che vi servirà: ci sono coloro che puntano a stordirvi, ci sono coloro che vogliono allietarvi.

Del Rita avevo enormi aspettative.
Acclamato come uno dei migliori posti di Milano per gli amanti del drink creativo e perfetto, non aveva ancora ricevuto una mia visita a causa di una pigrizia congenita.

Che errore.
Che peccato non averlo scoperto prima, lui e il suo Vodka Zen.
Ecco, questo non lo sapete: se c’è un cocktail che adoro, questo è a base di zenzero, scoperto presso Lacerba (altra mecca di cui parlerò) e mai più lasciato.

Al Rita voi dovete entrare consapevoli di star per fare un’esperienza: con i suoi quadri, i suoi colori, il suo bancone double-face, i suoi camerieri in divisa tedesca con tanto di bretelle che corrono tra le persone alzando i vassoi stracolmi e il suo menù che si può comodamente portare a casa, sarete affascinati. E questo ben prima di aver assaggiato il primo sorso.

Questo Vodka Zen vi elettrizzerà, con il suo sapore fresco e deciso.
Avrete l’impressione di assaggiare una caramella frizzante e ghiacciata, in cui l’alcool non uccide ma accompagna.
Sentirete lo zenzero fresco pestato sul fondo del bicchiere insieme allo zucchero, e l’amerete: qui non si usano sciroppi (se non strettamente necessario) o surrogati di; gustare un drink come si deve mica è scontato.
Vi rinfrancherà, vi solleverà, vi donerà allegria.

E visto che la sottoscritta medita di tornarci presto, fate un gesto apprezzabile: consigliatele cos’altro assaggiare.
Il primo approccio è già stato indimenticabile, e sul secondo si punta ancor di più.

Dove
Rita
Via Angelo Fumagalli 1 (Navigli)
Milano

Trackbacks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *