Bombocrep, un’istituzione notturna (Bologna)

20111114-084704.jpg

Ora qualcuno mi spieghi come mai, nei due anni passati a Milano, nessuno ha ancora saputo indicarmi IL posto perfetto per gli spuntini di mezzanotte, per il bombolone esplosivo, per il trancio di pizza assassina.
Cioè, quando la fame vi assale, quando la voglia di qualcosa di buono vi rapisce, cosa fate? Dove andate a colpo sicuro?

Io, che di Bologna sono, nella mia rossa città saprei subito dove mandarvi e, visto che può sempre servire, ve ne parlerò proprio adesso.
Lo scenario è questo: Bologna, appunto.
Centro storico, zona universitaria.
Notte, fonda o meno.

Dopo aver gozzovigliato a un aperitivo troppo lungo, dopo aver mangiato tagliatelle come se la dieta fosse un’opinione, dopo un (o qualche) cocktail, dirigetevi in via delle Moline, fate lo slalom tra punkabbestia, biciclette e gente allegra (leggasi: ubriaca), alzate lo sguardo e seguite la sobria insegna rosa/viola che, come stella cometa, vi indicherà la meta che, ebbene sì, ha un nome celestiale che si spiega da sé.
Virtualmente mi schiarisco la voce e lo pronuncio con deferenza.

Signore e signori, vi presento… Bombocrep!

Solo per leggere queste nove lettere avete guadagnato tre etti, vi avviso.
Entrate in questa istituzione bolognese e prendetevi dieci minuti per studiare l’articolato menù che, come avrete capito, comprende bomboloni ripieni, crepe ma anche waffle.
Lo spazio è esiguo, gli avventori sono molti, quindi siate decisi e non perdete la calma: la scelta è difficile, ma ce la potete fare. Seguite la scia di crema di pistacchi, barattoli sbattuti a destra e a manca, profumo di pastella; lasciatevi ispirare e ne uscirete sazi, soddisfatti e probabilmente un po’ provati.

La mia preferenza va alla crepe “Rocher”, composta da Nutella, crema di mou e granella di nocciole, una sorta di bomba atomica legalissima che vi renderà estremamente felici. Leggerissima, ovviamente, ma dalla Regal Assaggiatrice che vi aspettavate?

Il tocco di classe finale è rispondere “No, grazie” alla domanda “Vuoi anche lo zucchero a velo sopra?“. Non vorrete mica esagerare, spero.

Assaltate Bombocrep, insomma, e consigliate un degno equivalente milanese.
Non provate nemmeno a accennare “Viel”: non è certo all’altezza (e Veronica, compagna di scorribande notturne, può testimoniare).

Dove
Bombocrep
via delle Moline 4/a
Bologna
Aperto tutte le sere fino a orari improponibili

Comments

  1. says

    Ahhhhhhh BomboCrep!! Giovanili ricordi della mia vita bolognese… come mi manca… soprattutto qui in svizzera, dove la vita sociale (specialmente notturna) finisce alle otto di sera…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *