21 October 2017
W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Lo Strauben della malga Ora (Val di Fiemme)

Posted on 21 novembre 2011 by in Dolci, Trentino Alto Adige

Tra mare e montagna, io scelgo la città.
… come?
Non è tra le opzioni contemplate? Ecco, si vede che non avete mai visitato Rotterdam, che nel mio ideale rappresenta uno degli apici architettonici del mondo e una delle prove della bravura dell’uomo nel creare una selva di splendidi palazzi.

Però, se proprio devo, vada per la montagna: io non sono per il caldo, la sabbia, il tergiversare su uno sdraio. 
Volete mettere con l’emozione di scalare un’irta pendice, voi e e i vostri scarponcini, con uno zaino sulle spalle, occhiali scuri e crema solare d’ordinanza, sentendosi eroi mentre l’aria diventa sempre più frizzante, metro per metro, e giungere infine alla meta, alla vetta, dove vi aspetta il rifugio, la baita, piena di ogni bontà ristoratrice? La soddisfazione, il dire “Sì! Ce l’ho fatta, mi spetta una giusta ricompensa!”.

A questo punto chi mi conosce avrà pensato: “Tu?! Impavida scalatrice? Ma quando mai?!”.
Appunto.

E’ per questo che oggi vi parlerò di un dolce trentino che potrete gustare semplicemente giungendo al posto con la vostra auto, bicicletta, carretto trainato da cavalli, perché faticare per uno scopo fa onore, ma ottenere la squisitezza con tutta la calma del mondo mette d’accordo golosità e ginocchia problematiche-schiena dolorante-fiato inesistente-resistenza zero (abbiamo appena trasmesso: avete meno di trent’anni e dimostrarne ottantasette)!

Amici di Alpi e Appennini, oggi va in scena lo strauben dell’epica malga Ora (detta anche Auer Alm), presso il passo di Lavazé, val di Fiemme, Trentino Alto Adige (Italia, Europa, Mondo).
Non c’è volta che io vada presso la dimora montanara senza recarmi in tal istituzione e attendere con ansia le quattro di pomeriggio, ora in cui iniziano a preparare questi dolci (chiamati anche fortaie): la loro cottura richiede attenzione esclusiva, visto che si tratta di armeggiare con olio bollente e zampillante.

L’accorto cuoco della malga Ora prende questa pastella dalla composizione segretissima (… vabbè, guardatela su Wikipedia) e colarla a filo dentro l’olio, creando arzigogolate contorsioni che immediatamente prendono corpo, si gonfiano e in breve tempo diventano squisite e croccanti. Il profumo si sente fino ai tavoli, dove gli avventori attendono con un’acquolina che non vi dico.

Lo strauben, che ha preso la vaga forma tonda della padella in cui è stato fritto, viene cosparso generosamente di zucchero a velo e completato con un cucchiaio di marmellata di mirtilli rossi e un cucchiaino di panna montata in un angolo, e servito subito, ancora bello caldo.

Una volta che ne avrete assaggiato un pezzo non sentirete i cori angelici, no: la vostra mente proietterà davanti al tavolo una banda di alpini festanti che sottolineeranno con canti a più voci tutta la vostra gioia.
Ne vorrete ancora, e ancora, di codesto piatto particolare e buono, e vorrete entrare nelle cucine a piangere dalla commozione sulla spalla del cuoco italo-tedesco che, con ogni probabilità, cercherà di difendersi dall’invasione col mestolone della polenta.

Accompagnate la frittella con un boccale di birra della val di Fiemme, torbida e fresca, e dopo stendetevi presso i prati lì accanto, chiudete gli occhi e addormentatevi felici.

Vi ho dato precise istruzioni insomma, cosa aspettate a partire?

Dove
Malga Ora 
Via Oclini
Aldino

Tags: , ,

One Response to “Lo Strauben della malga Ora (Val di Fiemme)”

  1. Leonora 21 novembre 2011 at 17:24 #

    A casa mia (Rovereto, Vallagarina) si chiamano Stromboli.

    Personalmente li trovo ciò che da senso al carnevale 🙂

    Poi li fanno anche alle sagre paesane estive, ma a carnevale danno il loro meglio 🙂


Leave a Reply

Please fill the required box or you can’t comment at all. Please use kind words. Your e-mail address will not be published.

Gravatar is supported.

You can use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>