20 October 2017
W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Io, Amica di Frigo

Posted on 19 maggio 2016 by in Gluten free, Regali ricettine

alcenero3Inizierò con una domanda retorica: avete mai visto “Holly e Benji“? Ovviamente sì, vero?
Avete presente quando nella prima puntata Holly (o Tsubasa, per gli amici filo-giapponesi) viene salvato da un incidente stradale da un pallone da calcio e questo diventa il suo migliore amico? Ecco, se un oggetto può assumere questo ruolo io sono pronta ad affermare che il mio è il frigorifero.

Non mi ha mai delusa, non si è offeso quando l’ho lasciato vuoto per mesi e potevi sentirci l’eco ed è un ottimo consolatore.
Abbracciatelo più spesso e ringraziatelo per la sua esistenza, su. Fatto? Bene.alcenero1Detto questo, qualche tempo fa mi ha scritto un’azienda che mi piace tantissimo e di cui già conoscevo molto bene storia (visto che è dell’Emilia Romagna come me) e prodotti: Alce Nero.
A molti verranno in mente gli eccellenti biscotti o le strepitose marmellate, ma c’è molto di più ed è tutto collegato dal concetto di “biologico”. Vi basterebbe aprire un barattolo di pelati e lasciare il loro profumo invadere casa per capire: sanno di sole e di buono, genuino, concreto. Potete immaginare la generosità della terra da cui provengono e l’autenticità dei valori sostenuti.

alcenero2Ecco, Alce Nero mi ha proprio chiesto se fossi un’Amica di Frigo e io ho risposto con un entusiasta “Certo che sì!“.
Così, in men che non si dica, mi son trovata a preparare alcune delle ricette vegetariane ideate dallo chef Simone Salvini.

alcenero4Ammollando lenticchie, versando fili di uno straordinario olio d’oliva, tagliando carote, frantumando nocciole, cuocendo pasta gluten free, aprendo barattoli, soffriggendo sedano, saltando porri, mescolando salse, grattugiando scorze di limone, dosando sale e aggiungendo erbe aromatiche ho realizzato due piatti – una pasta con salsa di pomodoro e limone sormontata da nocciole e un ragù di lenticchie – che mi hanno insegnato tre cose:
1) un tocco di limone in ricette simili e, soprattutto, nel sugo della pasta fa subito estate;
2) persino io posso preparare dei manicaretti buoni da farmi commuovere (e che soddisfazione!);
3) con Alce Nero si va più che sul sicuro, anzi, e la loro gamma è sempre più ampia e interessante. È un marchio che ama raccontarsi e da cui si può addirittura imparare (e non solo le ricette).

alcenero5Se volete cimentarvi anche voi trovate queste e molte altre video-ricette online, pronte all’uso e adatte a ogni gusto e a chi desidera concedersi un’alimentazione sana, nutriente. Più che detox, una coccola consapevole.
Spero vi divertiate tanto quanto me!

The Royal Taster ai fornelli per Orticola

Posted on 6 giugno 2013 by in La Regal Assaggiatrice, Primi Piatti, Regali Eventi

20130605-221019.jpg

Qualche settimana fa ho affrontato un’altra impresa (che dire, sarà un periodo particolarmente avventuroso): cucinare un piatto sano con metodi ecosostenibili. Praticamente se mi avessero chiesto di invadere la Kamtchanka con solo un esercito di soldatini di plastica verde sarei stata più fiduciosa del buon esito, ma poi mi sono detta: “Ce la puoi fare, sorbole!(che è anche l’urlo di battaglia dei soldati sopracitati) e ho accettato.

Ho insomma partecipato al progetto “Birra scelta naturale” di Assobirra per Orticola 2013, manifestazione del green lifestyle tenutasi a Milano che collegava prodotti sani e metodi di preparazione ancor più salubri a un accompagnamento festoso come la birra.

Anche se non ho potuto presenziare a Orticola insieme agli altri partecipanti non ho potuto esimermi, da gran apprezzatrice della birra qual sono.

Ho ricevuto a casa una scatola contenente sei marche di birra comunemente reperibili al supermercato, un ricettario curato da Lisa Casali di Ecocucina e le istruzioni del progetto.

Ho passato in rassegna le ricette finché non ne ho individuata una che metteva d’accordo una recente ossessione per gli asparagi, una preparazione alla mia portata e un tritatutto/centrifuga da inaugurare: una crema di asparagi con straccetti di burrata.

Quindi ho acquistato tutto il necessario e mi sono messa all’opera cuocendo gli asparagi a vapore, preparando gli straccetti, tritando delle mandorle, frullando i sopracitati asparagi e sconvolgendo quindi tutti gli equilibri del mondo. Io che cucino, e che ottengo un risultato sano e gustoso? Incredibile e soddisfacente.

Infine ho impiattato la vellutata, aggiunto la burrata, le mandorle, un filo d’olio, un pizzico di peperoncino e l’ho accompagnata con una bionda Menabrea, una delle mie preferite.

Ripeterò l’esperimento con altre ricette, promesso. Intanto grazie a Orticola per avermi coinvolta!

20130605-221234.jpg