L’Osteria Broccaindosso: il ritorno

Se questo non è un paese per vecchi, questo non è un post per coloro che sono a dieta. Non che si solito io scriva di cibi leggeri, ma oggi ci andremo a superare.

Ci tengo infatti ad aggiornarvi, dopo la mia recente visita di sabato sera, sui diversi perché l’Osteria Broccaindosso (di cui avevo già parlato qui) va visitata, e perché occorra attenersi ai miei piani.

Ordinate antipasti e dolci, e non ve ne pentirete: vi darò qualche elemento per convincervi.

Iniziamo dagli antipasti:

– insalata con arance e balsamico,
– polenta con ragù,
– parmigiana di melanzane,
– crema fritta,
– salsiccia in umido,
– prosciutto crudo,
– frittatine,
– puré di zucca,
– … e ho sicuramente perso qualcos’altro.

E ora passiamo ai dolci:
– mousse di cioccolato,
– torta di ricotta,
– pandoro,
– mascarpone,
– crema,
– torta al cioccolato,
– salame di cioccolato,
– torrone,
– croccante di mandorle,
– creme caramel,
– creme caramel alle amarene,
– panna cotta,
– zuppa inglese,
– torta di riso,
– il gran finale: la famosa scodella di cioccolato fondente fuso con bignè ripieni di panna a parte, da sommergere a mestolate.

Ecco.
E vorrei assicurarvi di una cosa: io ho mangiato tutto, e sono ancora viva.
Lo so, mi faccio abbastanza schifo da sola.

Andate, dico, andate! Tutto lo zucchero mangiato vi entrerà direttamente in circolo nel sangue e vi sentirete felicissimi!
… controindicazione: avrete un abbiocco totale per almeno 48 ore, ma cosa volete che sia!

Si organizzano gite per avventori coraggiosi: contate pure su di me. 

Comments

  1. says

    Anche su di meee! I dolci per l'esattezza erano: créme caramel al cioccolato e torta di riso, non di ricotta. Crema di zabaione, quella per il pandoro. Comunque sia, indigestione in piena regola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *