18 August 2017
W3vina.COM Free Wordpress Themes Joomla Templates Best Wordpress Themes Premium Wordpress Themes Top Best Wordpress Themes 2012

Il macaron con caramello al beurre salé di Pierre Hermé (Parigi)

Posted on 3 febbraio 2012 by in Dolci, Francia

Paris!
La Ville Lumiere!
La città dell’eleganza!
La nazione della Belle Époque!
La nouvelle cuisine!
Oh la la, le passeggiate di giorno sul lungo Senna, le camminate notturne tra viuzze soffuse e grandi boulevard!

Se non si fosse capito, questa regal assaggiatrice ama alquanto la capitale francese, e ci si sente piuttosto a casa, decisamente bene, come se la diffusa bellezza di palazzi e piazzette potesse arricchire la vita di tutti quei preziosi dettagli che solo certi sguardi sanno cogliere.

Diversi sono i posticini in cui mi piace andare e tornare, e tra questi non mancano quelli di carattere mangereccio. Dopotutto non avrete mica pensato che mi sarei fermata a Chez Miki, no?

Quindi ecco un consiglio ben preciso e diretto, forse un po’ scontato ma doveroso.

Parliamo di macaron.
Quanto se ne sente parlare ultimamente, quanto? Ora che Ladurée è a Milano ci sentiamo legittimati a ergerci esperti di questo dolcetto; ora che i corsi per imparare a prepararli aumentano di giorno in giorno tutti possiamo provare a ricrearli nella nostra cucina; ora che pure McDonald li ha presentati (che coraggio!), in molti ritengono di conoscerne tutti i misteri.

Ebbene, qui lo affermo: non si può parlare di macaron se non si ha mai sentito quelli di Pierre Hermé. E mi permetto di precisarlo subito: quelli parigini, di Pierre Hermé.
Mi è capitato infatti di assaggiarli anche nel negozio di Tokyo, ma l’entusiasmo non è stato equiparabile a quello suscitato presso la boutique di Rue Bonaparte, vero tempio di queste meringhette color pastello.

Quindi avvicinatevi, fate pazientemente la fila (senza intralciare l’ingresso del povero negozio Kiehl’s che sorge accanto!) e intanto cercate di decidere la vostra scelta.
I gusti di macaron sono diversi e anche stagionali, inoltre alcuni terminano in poco tempo, quindi appena entrate cercate di capire cosa potete gustare.
Scatolina, semplice sacchettino o box deluxe, sta a voi decidere la confezione migliore per i preziosi “pasticcini”. Fatto sta che il prezzo è proporzionale, e che se il vostro piano è mangiarli non appena usciti, la soluzione più economica è anche la più adatta.

Ora fate attenzione e fidatevi di me: tra i vari sapori non potete proprio perdere il macaron con caramello al burro salato (detto anche Infiniment Caramel).
Non-potete.
Dovessi tentare di ipnotizzarvi con qualche trucco, comprate quel favoloso macaron!

I due biscottini meringosi racchiudono una ganache morbida e vellutata che invade il palato e si lascia assaporare rilasciando chiari sentori di sale.
Una consistenza burrosa si scontra contro una più croccante.
Si sente il “crunch” al primo morso, e immediatamente ci si sente come la Maria Antonietta nel film di Sofia Coppola.

C’è delicatezza che meglio rappresenta un certo spirito francese? Non credo!

Pierre Hermé è il patrono dei macaron. Sono piccoli morceau di paradiso dai colori tenui.

È necessario? Assolutamente.
Imprescindibile? Ovvio.
Un’esperienza? Certo!

So che molti li ritengono sopravvalutati, che la fissazione di certe persone è eccessiva, e come dar torto?
Il macaron di Pierre Hermé è una medicina contro il malumore, dona sollievo al cuore e fa esultare il gusto.

Viva Pierre Hermé!

Tags: ,

One Response to “Il macaron con caramello al beurre salé di Pierre Hermé (Parigi)”

  1. ostriche 31 gennaio 2013 at 17:37 #

    Adoro Pierre Hermé… mai provato il macaron "Infiniment rose"? E' da capogiro..


Leave a Reply

Please fill the required box or you can’t comment at all. Please use kind words. Your e-mail address will not be published.

Gravatar is supported.

You can use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>